Quarta Tappa – Sabato 23 Ottobre 2021

Quarta tappa del Tour, si riprende l’attività prevista per il 2021.
Dati della tappa:
Partenza: Secca dei Pignocchi, punto di arrivo della terza tappa
Arrivo: Punta del Faraglione.
Distanza: circa 2.150m
Profondità massima -25m
Percorso da effettuarsi sotto costa, seguiti da barca d’appoggio.
Requisiti:
• brevetto minimo deco deep
• abilitazione all’uso di O2 come eventuale gas decompressivo (l’immersione è comunque nei limiti NDL)
• brevetto dpv
• assicurazione personale
• immersione da effettuarsi in nitrox
• abitudine ad effettuare immersioni di durata superiore ai 90’
Costi:
la singola immersione ha un costo di 50,00€
Altre informazioni:
E’ possibile alloggiare sull’Isola, richiedendo preventivo all’Associazione
E’ possibile effettuare anche altre immersioni da concordare con l’Associazione.
Per ulteriori informazioni: info@underwaterprotour.com oppure +39.3331042242

Cronaca dello svolgimento dettagliato della giornata.

Archiviata anche la quarta tappa del progetto Underwater Pro Tour – Isola del Giglio, la manifestazione subacquea che ha come obiettivo la mappatura dei fondali dell’Isola del Giglio.
Dopo diversi rinvii dovuti alle condizione meteomarine, sabato 23 ottobre finalmente l’equipaggio di volontari partecipanti hanno trovato una finestra per poter effettuare la perlustrazione dei fondali tramite scooter subacquei.
I tre volontari, utilizzando gli scooter subacquei ed attrezzatura dedicata, hanno attraversato la baia del Campese alla profondità media di circa 25mt, rilevando, fortunatamente, la presenza di pochi rifiuti segnalabili e nessuna rete fantasma. Ad ogni ritrovamento, sono stati lanciati verso la superficie dei segnalatori gonfiabili che normalmente vengono utilizzati dai subacquei per indicare la loro posizione.
Prossimamente, meteomare permettendo, si terranno la quinta e sesta tappa del tour, di cui verrà data notizia anche su queste pagine. Poi il tour si fermerà fino alla primavera 2022.

Dati Tecnici

Una squadra di tre subacquei, Gianmaria Vettore , Presidente dell’associazione Underwater Pro Tour APS che ha ideato e sta realizzando il progetto, si è immerso insieme ad una coppia di subacquei esperti, Fabio Forti e Graziano Lanini.
La distanza dalla Secca dei Pignocchi al Faraglione è stata percorsa in circa 2 ore.
Nel frattempo, in superficie, l’imbarcazione Ladybird, guidata dall’esperto Domenico Battistello, seguiva i subacquei in superficie, e rilevava i punti GPS dei rifiuti segnalati, per poi trasferirli alla Capitaneria di Porto.
Successivamente, i segnalatori sono stati recuperati dalla squadra di subacquei di appoggio, che, insieme al ‘veterano’ gigliese Paul Hammond , ha anche fornito assistenza ai subacquei prima e dopo l’immersione.

Profilo Immersione

Rilevazioni

Nel corso della traversata sono stati rinvenuti i resti semidistrutti dello scafo di una barca, il piede di un motore, un manufatto non identificato, numerosi copertoni che si trovavano, fortunatamente, proprio nei pressi degli altri rifiuti.

 

Continua, inoltre, la mappatura delle Pinne nobilis e della Pinna rudis, che viene effettuata sia durante le tappe del tour (dai partecipanti alla manifestazione) che durante le immersioni di lavoro dallo staff dell’International Diving, che è riuscito a coinvolgere nella ricerca anche i suoi ospiti.

1.   Rilevazione “bidone metallico con rifiuti”, profondità -30mt, non è stato possibile recuperarlo
reperto1
2. Rilevazione “motore”, profondità -30mt 
reperto2
3. Rilevazione “attrezzo motore” a -20mt, oggetto recuperato dagli assisistenti di superficie
reperto5
4. Rilevazione “parte di scafo barca”, profondità -30mt 
reperto4

Ringraziamenti

Le foto di superficie sono state realizzate dall’amico Guido Alberto Rossi, che insieme a Laura sono venuti appositamente da Milano per la manifestazione, ed in rappresentanza della divisione Mare Nostrum del Rotary Italia Club Milano, che è sponsor della manifestazione insieme a SUEX – The Submarine Exploration Company, DiveSystem, Easydive, @Lush Italia, International Diving.
Il progetto Underwater Pro Tour è patrocinato dal Comune dell’Isola del Giglio, dall’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, dalla Capitaneria di Porto, dalla Proloco Isola del Giglio, dal Consorzio Imprese Isola del Giglio, da SIMSI – Società Italiana Medicina Subacquea e Iperbarica. da Marevivo Divisione Sub, da Clean Sea LIFE, da Legambiente, da @Assedi (Associazione Servizi Diving Italiani).